La soddisfazione che accompagna l’uscita di un libro

La soddisfazione che accompagna l’uscita di un libro

Ma vogliamo parlare della soddisfazione che accompagna l’uscita di un libro importante, per una casa editrice importante, scritto da due amici carissimi della libreria e personali (ok uno è anche parente)?
Il libro è ovviamente il loro. Noi lo sentiamo anche un po’ nostro, perché abbiamo partecipato, col cuore, alla sua gestazione. Abbiamo detto la nostra, (perché gli autori ci hanno interpellato, sennò non ci saremmo mai permesse!) e abbiamo a lungo atteso la sua uscita. Bene, giovedì è arrivato. Ed è come ce lo aspettavamo. La bellezza dei saggi Einaudi sta proprio nella ripetitività di quella bella costa di un arancione inconfondibile, ma la copertina, il titolo, l’impaginazione… Quelli sono unici.
Elena ed io siamo pervase dall’ansia da prestazione. Dobbiamo fare conoscere al nostro pubblico l’opera dei nostri amici e viceversa non dobbiamo perdere neanche un’occasione di vendita per non sfigurare con loro che si aspettano da noi il massimo. E allora alè a fare foto per i social, stories, profluvi di luccichii e stelline su Instagram e facebook, facciamo il firmacopie, quando organizziamo la presentazione, oddio no c’è il covid dobbiamo rimandare. Ma è bello, divertente, rigenerante. C’è bisogno di libri così dopo un anno difficile come quello che abbiamo passato. Un libro con un profondo lavoro di ricerca e studio delle fonti, su un argomento appassionante, sufficientemente leggero addirittura con un accento frivolo e pieno di collegamenti e rimandi, spunti. Insomma, l’ennesimo motivo per essere orgogliose di fare questo mestiere e di divulgare conoscenza e cultura. 

La copertina del libro
La moda della vacanza

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.